La Storia


                                                                                                                                          

Perchè?

Bella domanda.

Risposta semplice e veloce: perchè me lo sentivo.

Risposta lunga ed argomentata: mettetevi comodi (ma solo per ora).

Da qualche tempo sono su Twitter con il mio profilo sportivo (Massimiliano @MaxWildRunner) e verifico come siano davvero in tanti ad amare la corsa.

Amarla.

Nient’altro.

Senza se e senza ma.

Ognuno la ama a modo suo, a seconda delle proprie abitudini, dei propri impegni., delle proprie intime sensibilità.

Ma la si ama. Punto.

23 novembre 2013:

nasce il progetto “Running Tweet Team”

Quando iniziai a correre, così, quasi per gioco, mi accorsi che non ero stato io a prendere l’abitudine di correre, ma era la corsa che aveva letteralmente preso me. Non potei più fuggirle.

Pensai al Running Tweet Team qualche tempo fa.

Mi ritrovai “solo ed abbandonato” a partecipare alla mia prima vera grande gara: la mezza maratona di Brescia nell’ambito della Brescia Art Marathon 2013.

Pieno di incognite, dubbi e domande sul come e, soprattutto, se fossi riuscito a portare a termine quella che per me rappresentava in quel momento un’autentica impresa, riflettevo silenzioso.

Fu proprio in quel frangente, che capii profondamente una cosa: la corsa, sebbene venga definita disciplina individuale, non lo è affatto.

Compresi quanto essa fosse disciplina di aggregazione.

Capii che seppur circondato da centinaia, migliaia di runner, uno potesse sentirsi paradossalmente “solo” e percepii che terminata la fatica avrei dovuto fare una cosa sola: condividere.

Già, la parola magica: condividere.

Dovevo fare qualcosa.

Un giorno perciò presi una decisione: avrei, in qualche modo, dato vita ad un qualcosa che avesse potuto permettermi di condividere tutte queste emozioni che la corsa mi comunicava. Tenerle solo per me sarebbe stato un delitto.

Coinvolsi allora una pazza scatenata, tra l’altro conosciuta non da molto, anch’essa runner convinta (Gabriella @Biceultra) che fu subito entusiasta della mia idea “Max, hai avuto un’idea fantastica! Se vuoi partire con questa cosa io sono con te!”

Quella che all’inizio era un semplice profilo Twitter per raggruppare appassionati alla fine iniziava a prendere i contorni di un progetto…

…a cui diedi un nome: Running Tweet Team.

Perché scelsi il lupo come animale simbolo? Semplicemente perché lo adoro.

Incarna dentro di sè tutti gli aspetti e le caratteristiche basilari della corsa: forza, velocità, senso di libertà.

Corre nella steppa, nei boschi, sulle montagne.

Sa stare in compagnia e anche da solo.. un po’ come me insomma…

E’ lo “spirito guida” del runner perfetto: sia che egli corra su strada, sia che lo faccia in un trail.

Avevo una sola idea, ma legata ad un semplice pazzesco obiettivo: costruire, partendo da un luogo di aggregazione virtuale come il social network Twitter®, un vero e proprio team di “assatanati” della corsa.

L’obiettivo non era mettersi in competizione con i tanti e validissimi blog presenti in rete che trattano e discutono sul mondo della corsa: niente di tutto questo.

Quello che stava per prendere forma era un progetto innovativo:

Costruire un autentico team in cui ognuno avrebbe potuto sentirsi protagonista, condividendo tutto: le proprie gioie, le fatiche, le vittorie e le sconfitte. Ma anche semplicemente la propria passione.

E questo sarebbe dovuto avvenire senza alcun limite territoriale! Non si trattava infatti della solita squadra logisticamente identificata dall’appartenenza ad un territorio.

No, stava nascendo un progetto diverso.

Partendo da una piattaforma come Twitter® desideravamo che la passione per questa disciplina si trasformasse.

Stavamo introducendo un concetto nuovo, ottenendo, alla fine, un risultato unico:

la corsa si era fatta “Social”!

Nel frattempo, un’altra amica si univa operativamente a me e Gabry in questa folle avventura: Lorenza (o come lei ama essere chiamata in twitter, “Luurensa”) dando il suo importante contributo alla realizzazione del tutto.

Ad un anno esatto dalla nascita del gruppo, io e le due mie pazze collaboratrici, vedemmo perciò nascere, quella che sembrava, solo fino a poco tempo prima, semplicemente un’idea folle nella mia testa: il 23 novembre 2014 prese forma una soprendente realtà

ASD RUNNING TWEET TEAM

associazione sportiva dilettantistica iscritta al CONI ed affiliatasi successivamente nel gennaio 2015 all’ente di promozione sportiva UISP.

L’ufficialità non cambiò nulla, semmai ha diede nuova forza:

condividere emozioni e impressioni personali, segnalare gare, e soprattutto… gareggiare insieme, rimasero gli stessi irrininunciabili obiettivi!!!

Dal 25 gennaio 2016, la squadra è ufficialmente affiliata alla Federazione Italiana Atletica Leggera (profilo FIDAL)

Cresce la dimensione agonistica se così vogliamo chiamarla, ma per noi, il gareggiare “insieme”, rimarrà quello di sempre: avverrà quando ci si troverà, in qualità di squadra, fianco a fianco sulla linea di partenza, così come quando lo faremo “separati” da centinaia di km! Anche in quell’occasione il Running Tweet Team correrà unito!

E tutti quelli che lo faranno, sia che partecipino ad una “mezza”, ad una maratona, ad un trail, un ultra-trail o anche semplicemente ad una corsetta locale, sentiranno una cosa sola: l’ululato del Lupo!

Quel verso inconfondibile che arriverà ovunque, anche attraverso il flebile “cinguettio” dei 140 caratteri che il social Twitter® consente.

Condividere tutto questo sarà bellissimo.

Ecco perchè tra le semplici regole comportamentali, esisterà sempre un solo vincolo per entrare nel nostro mondo: essere “cinguettanti” runner di Twitter. Il nome del team d’altronde lo porta marchiato a fuoco.

Il resto verrà da sè.

Quello che dovrete fare, se vorrete venire “rapiti” da questa pazza idea, è leggere con attenzione nella sezione ‘Adesioni’ tutte le info per iniziare con noi quest’entusiasmante avventura condividendo le nostre poche ma semplici Regole Comportamentali ecc.

Il passo successivo sarà compilare il semplice modulo di iscrizione che trovate nell’apposita sezione “Tesseramenti” scegliendo la modalità che vi è più consona. Nulla di più.

E sarà l’inizio, ce lo auguriamo, di una bella e simpatica esperienza con tutti noi.

Per coloro che volessero ancora maggiori informazioni o soltanto chiedere notizie, contattateci su Twitter:

e ovviamente

oppure attraverso la sezione contatti al seguente link: CONTATTI.

Sarà una cosa bellissima ne siamo certi: ognuno di noi, sia che parteciperà a gare internazionali, nazionali, locali, persino organizzate (perchè no) dal “circolo pensionati” sotto casa, lo farà con lo spirito del Team.

Poi avverranno certamente gare insieme, incontri, raduni, scambio di opinioni e chi più ne ha più ne metta.

Non importa quanto sarete bravi o “performanti”, se andrete al passo di 7, 6, 5, 4, 3 (beati voi) al chilometro, ciò che conterà è che possiate sentirvi parte di qualcosa che va oltre il gesto del singolo.

Qualcosa di più grande della vostra rispettabilissima prestazione.

Qualcosa che vi fa sentire uniti con decine, centinaia, migliaia di altre persone che durante la gara, gli allenamenti, e al termine o all’inizio delle giornate scandite dai ritmi frenetici, fanno un solo, semplice, fondamentale gesto: indossano le scarpette e corrono sapendo che dal quel momento in poi…

…sarà tutta un’altra storia!

Max (Wild Runner)

Annunci